Amministrazione federale admin.ch
Dipartimento federale degli affari esteri
Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC
DSC - presente nel mondo

Visitate i siti web degli uffici della cooperazione svizzeri!

Svizzera
Svizzera 
Cerca:
Progetti concreti
Strategia di cooperazione

  • Strategia di cooperazione Ciad 2013–2016
    Prelievo (PDF, 1442 KB) [fr]  

Ciad

Sito internet dell’Ufficio della Cooperazione (DSC) Ciad: www.swiss-cooperation.admin.ch/tchad/

CHAD.GIF

La politica estera svizzera in Ciad ha come obiettivo principale di lottare contro la povertà e contribuire a garantire pace e stabilità nella regione intervenendo sulle cause della fragilità. Le priorità della DSC in questo Paese sono la promozione della sanità, dell'istruzione e dell'agricoltura, con un occhio di riguardo per la protezione e l'aiuto alle popolazioni vittime di crisi.

Nonostante il ritorno a una pace civile e le importanti entrate prodotte dall'esportazione di petrolio, il Ciad rimane uno Stato fragile con un elevato tasso di povertà. Il sistema di governance è fortemente centralizzato e gli spazi per il dialogo politico e la partecipazione dei cittadini sono limitati. Nel 2011, quasi la metà della popolazione viveva con meno di 1,30 USD al giorno.

L'agricoltura dà lavoro a più di tre quarti della popolazione attiva e deve affrontare difficoltà di produzione sempre maggiori (cambiamenti climatici, degrado del suolo, pressione demografica). L'accesso alle cure e a un'educazione di qualità è globalmente limitato a servizi mediocri e poco efficienti.

In Ciad, la Svizzera sostiene la creazione di un valido sistema sanitario, scolastico e di produzione (agricoltura, allevamento) e intende ristabilire nei cittadini la fiducia nello Stato intervenendo a livello locale, regionale e nazionale. Si sforza inoltre di portare avanti attività complementari di sviluppo, di aiuto umanitario e di politica di pace. 

Cooperazione internazionale della Svizzera 2011
mio CHF
2012
mio CHF
2013
mio CHF
 
DSC
Cooperazione bilaterale allo sviluppo 8.65 11.73 14.29
Aiuto umanitario 2.11 2.33 2.54
Segreteria di Stato dell'economia (SECO)
Cooperazione e sviluppo economici
Totale DSC/SECO 10.76 14.06 16.83
 
Altri uffici federali
Divisione Sicurezza umana e Direzione del diritto internazionale pubblico del DFAE 0.11 0.20 0.29
Totale altri uffici federali 0.11 0.20 0.29
 
Cantoni e comuni 0.07 0.66 ..
 
Totale 10.94 14.92 17.12
Importi DSC esclusi i contributi di programma alle ONG svizzere
.. = non disponibile | – = importo nullo o importo < 5'000 CHF

Salute
Riduzione della mortalità e del tasso di malattia
La DSC offre assistenza tecnica al Ciad per la creazione di una copertura sanitaria universale e sostiene la realizzazione di assicurazioni sanitarie consolidando l'organizzazione e le prestazioni dei servizi nei due distretti del Paese. Tra le principali attività della DSC in questo Paese vi sono anche l'accesso all'acqua potabile e al risanamento idrico come pure il miglioramento delle abitudini igieniche

Incrementare la qualità delle cure
Il ricorso a centri sanitari nelle zone d'intervento della DSC è aumentato del 50 per cento e la qualità delle cure offerte ha fatto grandi passi avanti, con un chiaro miglioramento della salute di madri e bambini. Entro il 2016 la DSC mira a stabilire una gestione trasparente, efficace e partecipativa del settore della sanità, con l'intenzione di ridurre il tasso di mortalità materno e infantile, contenere le malattie intestinali, tenere sotto controllo le epidemie (poliomielite, meningite, morbillo) e rafforzare l'immunizzazione.

Istruzione
Migliorare la qualità dell'istruzione
La DSC partecipa attivamente al dialogo politico sull'istruzione e si adopera per rafforzare i sistemi di formazione di base e continua per gli insegnanti, sostiene la gestione e la supervisione delle scuole, migliorando le condizioni di apprendimento e sviluppando offerte educative innovatrici ad hoc.

Risultati incoraggianti
Grazie alla DSC circa 59 000 allievi, di cui la metà bambine, hanno potuto andare a scuola in regioni ancora prive di infrastrutture scolastiche. Inoltre oltre 6000 adulti hanno potuto essere istruiti. Dal 2014 la DSC conta di migliorare la qualità dell'istruzione di base per bambini e bambine in due regioni prioritarie del Ciad e di concentrarsi sull'alfabetizzazione degli adulti.

Agricoltura e sicurezza alimentare
Diversificazione della produzione e miglioramento dei redditi delle economie domestiche rurali
La DSC sostiene il miglioramento della conoscenza e della gestione delle risorse idriche in Ciad e la sistemazione dei fondovalle che vengono periodicamente inondati. Promuove il rilancio del sistema di sementi, l'incremento del dinamismo delle reti di karité, di arachidi e dell'orticoltura come pure la protezione della pastorizia.

Piste migliorate e corsi d'acqua risanati
Le migliorie apportate a 1000 km di piste rurali e il risanamento dei corsi d'acqua hanno permesso di far uscire dall'isolamento la regione nordoccidentale del Ciad e d'incrementarvi la produzione agricola. Grazie all'aiuto della DSC gli introiti e, di riflesso, la sicurezza alimentare delle famiglie contadine dovrebbero aumentare.

Aiuto umanitario
Sostegno ai profughi
Con centinaia di migliaia di rifugiati (essenzialmente provenienti dal Darfur) e di profughi interni, la protezione dei civili rimane una sfida umanitaria fondamentale in Ciad. L'aiuto umanitario svizzero partecipa agli interventi internazionali di assistenza e di protezione delle popolazioni vittime di crisi, concentrandosi su soluzioni durature, per i profughi e per il Paese ospitante. Intensifica la lotta contro le epidemie potenziando le campagne di vaccinazione. Prevenendo le crisi alimentari e attraverso le distribuzioni d'emergenza, l'aiuto umanitario incrementa le capacità di resistenza delle popolazioni.

Storia della cooperazione
Oltre quattro decenni di sostegno
La cooperazione svizzera ha avviato le proprie attività in Ciad nel 1964 con un aiuto nel campo della formazione professionale agricola, della sanità pubblica (1970) e dell'educazione (1972). Nel gennaio 1984 ha aperto i battenti a N'Djamena il primo ufficio di cooperazione.

Dal 2013 la DSC ha deciso di agire sulle cause della fragilità, continuando a lavorare a livello locale ma facendo partecipare sempre più le istituzioni del Paese ai propri sforzi, allo scopo di incrementarne l'impatto.


Luce sul contesto Ciad

Cifre e fatti
Superficie
Popolazione
Crescita demografica annua (dal 1990)
Aspettativa di vita alla nascita donne / uomini
Tasso di analfabetismo donne / uomini adulti
Reddito nazionale lordo pro capite
Quota di popolazione con meno di 2 USD al giorno
1'284'000
11.525
2.6
51.0 / 48.1
75.8 / 55.0
918.1
..
km2
mio
%
anni
%
USD
%
Fonte: World Development Indicators 2013 della Banca Mondiale
Breve profilo geopolitico (fonte: BBC)

Indirizzo di contatto della DSC in loco:

Ciad (N'Djamena)

Bureau de la Coopération Suisse au Tchad
B.P. 1102
N'Djamena - Tchad

Telefono +235 251 73 14
Fax + 235 22 51 74 16
e-mail ndjamena@sdc.net
Sito Web www.swiss-cooperation.admin.ch/tchad/

Ulteriori informazioni e documenti

Qui trovate pubblicazioni più dettagliate, rimandi, documenti e articoli di attualità sulla cooperazione svizzera allo sviluppo e sull’aiuto umanitario in questo paese.